Regolarità imprese autotrasporto

Trasporto merci Italia: i documenti da richiedere al trasportatore

 

Quando scegli di affidare le tue merci ad un nuovo trasportatore devi assicurarti che svolga l’attività di trasporto merci conto terzi regolarmente ed in linea con le normative vigenti.

Ricorda che la legge afferma che: “Nel caso si stipuli il contratto con un trasportatore irregolare si è responsabili solidalmente con lo stesso - entro il limite di un anno dalla cessazione del contratto – relativamente ai trattamenti retributivi, ai contributi previdenziali e ai premi Inail inerenti il contratto stesso. Nel caso il contratto sia stato solo verbale la responsabilità solidale si estende alle violazioni fiscali e del Codice della Strada.”

Al fine di tutelarsi, è  necessario prima di effettuare un trasporto, richiedere i seguenti documenti:

1. Iscrizione Albo Autotrasporti

Garantisce che lo spedizioniere è regolarmente iscritto e abilitato ad effettuare il trasporto merci conto terzi in Italia. Al momento dell’iscrizione viene rilasciato il numero univoco di iscrizione all’ albo autotrasportatori.

2. Attribuzione Partita Iva

Dichiarazione di validità della partita iva attribuita rilasciata dall’Agenzia delle Entrate.

3. REN

Certificato di Autorizzazione all’Esercizio della professione di trasportatore rilasciato dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

4. Visura Camerale

Fornisce informazioni su qualunque impresa italiana, individuale o collettiva, iscritta al Registro delle imprese tenuto dalle Camere di Commercio Italiane.

5. Durc

Documento unico di regolarità contributiva – attesta l’assolvimento da parte dell'impresa, degli obblighi legislativi e contrattuali nei confronti di INPS, INAIL e Cassa Edile.

6. Assicurazioni veicoli e polizza merci

Obbligatoria per legge assicura che le merci siano coperte da danneggiamento durante tutto lo svolgimento del trasporto.

7. Targa dell'automezzo che eseguirà il trasporto

 

Inoltre in caso di trasporti internazionali devono essere richiesti anche i seguenti documenti:

8. Licenza Comunitaria

Rilasciata dal Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture autorizza lo spedizioniere ad effettuare trasporti internazionali di merci su strada per conto terzi.

 

9. Iscrizione al Vies

Documento rilasciato dall’Agenzia delle Entrate che autorizza il trasportatore ad effettuare operazioni intracomunitarie.

GSI è un’azienda legalmente autorizzata ad effettuare trasporto merci conto terzi in Italia e all’estero. Con personale assunto direttamente alle nostre dipendenze, garantiamo in ogni momento un trasporto di qualità e massima efficienza.